agnello
sostantivo

agnello m sing (pl: agnelli)

  1. (zoologia) il cucciolo della pecora considerato tale fino all'età di un anno
  2. (per estensione) (gastronomia) la carne macellata di tale animale
  3. (per estensione) la pelle di tale animale usata come pelliccia o per guarnizioni
  4. (senso figurato) una persona di indole mite e remissiva, dai modi innocenti, inoffensivi
  5. (per estensione) (cristianesimo) simbolo di Cristo
  6. (numismatica) moneta d’oro del valore di 16 soldi parisis coniata dai re francesi da Filippo il Bello a Carlo VII che ebbe grande diffusione
  7. (araldica) rappresentato, di norma, d'argento, coricato o passante; quando è di colore bianco va blasonato al naturale
sillabazione
a | gnèl | lo
pronuncia

(IPA): /a'ɲɲɛllo/

etimologia
  • (zoologia) derivato dal latino agnĕllus, diminutivo di agnus, agnello
  • (senso figurato) per il carattere docile della pecora
  • (numismatica) termine usato poiché nel diritto recava tale moneta un agnello pasquale
traduzione
traduzione
traduzione
traduzione

Agnello
sostantivo

agnello m (f Agnella, Anella, Aniella, Anellina)

  1. nome proprio di persona maschile
sillabazione
A | gnél | lo
pronuncia

(IPA): /a'ɲɲɛllo/

etimologia

dal soprannome latino Agnellus, nel significato di agnello, simbolo di Gesù




Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.013
Dizionario italiano offline