j
lettera

j s. f. o m.

  1. Decima lettera dell'alfabeto italiano, con nome esteso "i lunga" o "i lungo" o "iota". Era impiegata talvolta in passato per indicare la "i semiconsonantica", o anche la "i vocalica" della contrazione di due i (analogamente alla i con accento circonflesso: Î-î, ancora meno usate). Più facilmente si può trovare in parole straniere non adattate, e quindi con un differente valore sonoro.
    • i semiconsonantica: noia - noja; iella - jella; fidejussione - fideiussione
    • i vocalica: varii - varj; milionarii - milionarj; straordinarii - straordinarj; leggii - leggj
    • «In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto» (Vangelo di Matteo, 5, 18-19)

lettera
  1. all'interno dell'alfabeto fonetico internazionale la lettera j indica il suono della semiconsonante palatale.



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline