regolo
sostantivo

regolo m sing (pl: regoli)

  1. asta di legno, alluminio o altro materiale rigido, a sezione rettangolare, usata per tirare linee rette e per controllare la planarità di una superficie
  2. (matematica) (tecnologia) regolo calcolatore, strumento, ormai disusato, composto di due scale numerate logaritmiche, scorrevoli l'una sull'altra, impiegato per eseguire rapidamente classi di calcoli matematici
  3. nel gioco degli scacchi, filare di otto caselle.
  4. (raro,spregiativo) re a capo di un piccolo stato e perciò con potere limitato o risibile
  5. (zoologia) piccolo uccello dotato nel canto con becco aguzzo e lungo e coda biforcuta (ord. Passeriformi)
  6. (astronomia) la stella più brillante della costellazione del Leone
sillabazione
rè | go | lo
etimologia
  • (significati 1, 2, 3) da regolare
  • (significati 4, 5, 6) dal latino regulu ~m, diminutivo di rìx rìgis re

traduzione

Regolo
sostantivo

regolo m

  1. nome proprio di persona maschile



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.014
Dizionario italiano offline