acclive
aggettivo

acclive m sing / f sing

singolareplurale
maschileaccliveacclivi
femminileaccliveacclivi

  1. (letterario) contrapposto a declive, di luogo, sentiero, terreno, paesaggio ecc. che, dal punto di vista di chi osserva, asseconda o si inerpica lungo salite più o meno ripide; ascendente, erto
    • Le ampie vie di Milano, in quel modesto dilatarsi delle idee nel colloquio, m’apparivano più ampie; i palagi più palagi, e la luce dell’alto versarsi così amena sugli uguali prospetti della città come nella libera scena d’acclive e variata campagna (Niccolò Tommaseo, Antonio Rosmini)
    • La più alta e maestosa torre del Castello di Musso quella si era che sorgeva nel Forte di Gian Giacomo, posto, come dicemmo, nella parte più eminente di esso; elevata dominatrice di tutte le merlate mura dell'acclive Fortezza, potevasi propriamente ad essa sola applicare il nome di vedetta del lago. (Giambattista Bazzoni, Rupe del falco o La guerra di Musso)
sillabazione
ac | clì | ve
etimologia

dal latino acclivis, equivalente ad acclivus, composto di ad "a" e di clivus "pendio"

contrari
  • declive
termini correlati
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline