calzone
sostantivo

calzone

  1. indumento da uomo che veste le gambe dalla cintola fino ai piedi o alle ginocchia, dividendosi in due come fa la forcata umana; ognuno dei due pezzi può esser detto singolarmente "calzone"
    • calzoni corti: sino ai ginocchi, ove s'affibbiano
    • calzoni lunghi: sino ai piedi
    • calzoni a coscia: molto aderenti
    • calzoni a campana: che s'allargano in giù
    • calzoni rimboccati: per salvarli dal fango o per la moda
      • i vongolari portano i calzoni rimboccati
  2. (gastronomia) tra le varie formule di pizza, il calzone in particolare è un ricco fagotto di pizza, appunto semi-chiuso quindi farcito con i classici ingredienti e con aggiunta a scelta, in genere però con funghi, prosciutto e talvolta rucola
sillabazione
cal | zò | ne
pronuncia

(IPA): /kalˈtsone

etimologia

accrescitivo di calzo (vedi anche calza)

proverbi e modi di dire
  • farsela nei calzoni o riempirsi i calzoni: aver gran paura
  • porta i calzoni o s'è messa i calzoni: di moglie che fa da padrona in casa, e fa e disfà anche quel che spetterebbe al marito, pur contro la voglia di lui
  • perdere, seminare i calzoni: lasciarli quasi cadere



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline