cantare
sostantivo

cantare m (pl: cantari)

  1. antico strumento di pesatura a spalla, presente nella tradizione contadina Italiana per la pesatura di oggetti di medie o grandi dimensioni, che prende nome dall'antica unità di misura per volumi, di origine egizia ed utilizzata poi nel mondo arabo

verbo

coniugazione

  1. (musica) riprodurre qualcosa con suoni melodici con le corde vocali
    • cantare una canzone
    • "eppure io stavo cantando le parole esatte... se poi abbiano cambiato o meno il testo è un'altra storia"
  2. recitare con enfasi, come cantando
  3. (metrica) celebrare in versi (usato nella protesi dei poemi a designare il soggetto)
  4. cantare in falsetto: sia con voce maschile sia con voce femminile, ciò avviene quando si costringe la voce suonante quasi come con le continue note alte di uno strumento musicale

    coniugazione

  5. produrre suoni melodici con le corde vocali
sillabazione
can | tà | re
pronuncia

(IPA): /kan'tare/

etimologia

dal latino cantare#Latino|cantare, infinito presente attivo di canto#Latino|canto, derivato tardo del classico cano, "cantare", a sua volta dal proto-italico *kanō, discendente del proto-indoeuropeo *keh₂n-, "cantare"; dalla stessa radice indoeuropea derivano anche il sostantivo latino carmen#Latino|carmen, "poesia, ode, canzone"; il sanscrito कणति (kaṇati), "suonare, risuonare"; il greco antico καναχέω (kanakhéō), "risuonare, strepitare"; il gotico 𐌷𐌰𐌽𐌰 (hana), "gallo"; il persiano خوان‎ (khān), "cantare, declamare"; il gaelico irlandese can, "cantare"

sinonimi contrari parole derivate
  • ricantare
termini correlati proverbi e modi di dire
  • cantare vittoria: proclamarsi vincitore
  • cantare ad orecchio: senza conoscere la musica

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.004
Dizionario italiano offline