compasso
sostantivo

compasso m sing (pl: compassi)

  1. (architettura) (matematica) (geometria) (tecnologia) strumento grafico per disegnare o tracciare circonferenze e per misurare o comparare distanze su disegni, carte geografiche, oggetti; è costituito da due bracci uniti alla sommità da un fulcro e regolabili in un'apertura che corrisponde al raggio della circonferenza da tracciare, all'altra estremità vi sono due punte o una punta e uno strumento di scrittura (matita o penna), una delle due estremità viene appoggiata al centro della circonferenza, l'altra, girando il compasso, traccia il cerchio
    • compasso di precisione, compasso tracciatore (falegnameria, costruzioni meccaniche)
  2. (marina) (aeronautica) denominazione impropria, per influsso dell’ingl. compass, della bussola.
  3. (marina) portolano, carta nautica
  4. (araldica) figura araldica convenzionale che rappresenta lo strumento aperto e con le punte rivolte in basso
sillabazione
com | pàs | so
pronuncia

(IPA): /kom'passo/

etimologia

derivato dal verbo compassare, dal latino compassare, cioè "misurare col passo"

termini correlati
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline