comune
aggettivo

comune m e f sing (pl: comuni)

  1. caratteristico di più persone
  2. posseduto da più cose dello stesso genere
  3. (linguistica) relativo al genere comune (vedi sotto)
  4. (economia) che appartiene a più persone
  5. (spregiativo) rozzo, volgare, che resta emarginato perché ritenuto inferiore per valore e dignità
  6. (per estensione) abituale e/o che non mostra innovazionecaratteristiche di pregio

sostantivo

comune m solo sing

  1. ciò che è condiviso tra più individui od oggetti

sostantivo

comune m e f sing (pl: comuni)

  1. (linguistica) genere grammaticale che si accorda sia con il maschile sia con il femminile:
  2. (storia) forma di governo autonomo che alcune città si diedero nel periodo dall'XI al XIV secolo:
    • il periodo dei comuni
  3. (storia) (per estensione) il territorio governato da un comune
  4. (storia) governo della città di Parigi sorto durante la rivoluzione francese
  5. (politica) (diritto) ente pubblico autonomo con funzioni amministrative su un determinato territorio, in genere di piccola estensione
  6. (per estensione) il territorio amministrato da un comune
  7. (popolare) municipio, il palazzo dell'amministrazione comunale
sillabazione
co | mù | ne
etimologia

dal latino commūnis ossia "comune, mediocre, affabile", composto di cum e munus ovvero "carica, ufficio", ossia "che compie il medesimo ufficio"

sinonimi contrari parole derivate termini correlati proverbi e modi di dire traduzione
traduzione
traduzione
traduzione
traduzione
traduzione
traduzione
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.004
Dizionario italiano offline