curatela
sostantivo

curatela f sing(pl: curatele)

  1. (diritto) particolare forma di assistenza prescritta dalla legge in favore di soggetti che non hanno la piena capacità oppure a tutela di speciali interessi
  2. (editoria) il lavoro svolto dal curatore, ovvero da colui che cura l’edizione di un’opera, stabilendone il testo filologicamente e corredandola eventualmente di introduzione, premessa, prefazione, note, appendici, postfazione e apparati vari
sillabazione
cu | ra | tè | la
pronuncia

(IPA): /kuraˈtɛla/

etimologia

deriva dalla contrazione di curatore e quella di tutela




Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline