dilacerare
verbo

coniugazione

  1. lacerare con violenza, fare ferocemente a pezzi
    • (il leone) co’ propri unghioni quivi dilacerò sí fattamente il lupo (Giovanni Boccaccio, Filocolo, libro II)
  2. (per estensione) causare estremo dolore, pena, sofferenza, sia in senso fisico che psicologico
    • mi dilacera i fianchi il morbo orribile (Sofocle, Le trachinie, traduzione italiana di Ettore Romagnoli, Esodo)
    • la rabbia di vendetta che mi dilacerava l’anima (Francesco Mastriani, La cieca di Sorrento, parte sesta, IV)
sillabazione
di | la | ce | rà | re
pronuncia

(IPA): /dilaʧeˈrare/

etimologia

dal latino dilacerare#Latino|dilacerare, infinito presente attivo di dilacero#Latino|dilacero, "fare a pezzi", a sua volta composto del prefisso di-, intensivo, e di lacero#Latino|lacero

sinonimi
traduzione

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline