esodo
sostantivo

esodo m sing (pl: esodi)

  1. (fisica) (elettronica) (tecnologia) (ingegneria) tubo elettronico a vuoto con sei elettrodi, contenente un anodo, un catodo e quattro griglie, che si usa di solito come mescolatore nei radioricevitori a supereterodina
  2. (storia) (sociologia) emigrazione volontaria o forzata di un gran numero di persone, spesso per motivi politici o religiosi
    • l'esodo dei perseguitati dal regime
  3. (religione) la fuga degli ebrei dall'Egitto al comando di Mosè, raccontata nell'Esodo
  4. (per estensione) partenza di un gran numero di persone
    • il grande esodo di Ferragosto
  5. (per estensione) trasferimento di somme di denaro da uno stato ad un altro
    • esodo di capitali
  6. (teatro) nell'antica tragedia greca, l'ultimo canto che il coro intonava uscendo dalla scena, oppure parte successiva all'ultimo stasimo
  7. (politica) (gergale) grandi gruppi di persone che vagano per paesi stranieri, spesso senza una meta o un progetto costruttivo, talvolta per sfuggire alla povertà, alle malattie, alla morte
sillabazione
è | so | do
pronuncia

(IPA): /'ɛzodo/

etimologia

dal latino tardo exŏdus, dal greco ἔξοδος, composto di ἐξ ossia "fuori" e ὁδός ovvero "via, cammino"; significa quindi "via d'uscita". Il lemma si riferisce soprattutto al viaggio di Mosè e degli ebrei nel deserto.

sinonimi contrari termini correlati
traduzione

Esodo
sostantivo

esodo

  1. secondo libro dalla Bibbia, composto di quaranta capitoli, che narra la fuga, la liberazione, la redenzione degli ebrei dall'Antico Egitto con i successivi 40 anni vissuti nel deserto (anno dalla creazione, secondo il calendario ebraico: 2448 circa)
  2. (religione) condizione spirituale interiore, parte di un possibile "vissuto"
sillabazione
è | so | do
etimologia

Dal portoghese Êxodo

pronuncia

(IPA): [ 'ɛ.zo.do ]

termini correlati
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline