esperienza
sostantivo

esperienza f sing (pl: esperienze)

  1. (filosofia) (psicologia) acquisizione cumulativa di conoscenza della realtà e di capacità di manipolazione degli oggetti che costituiscono il mondo naturale e sociale come campo di applicazione pratica di abilità necessarie al soddisfacimento di bisogni e di manifestazione fattiva dell'uomo nella sua più elevata complessità mentale, affettiva e relazionale direttamente per percezione degli stimoli sensoriali poi rielaborati dall'intelletto, per prove e tentativi suscettibili di errori o conferme oppure osservando o seguendo il modello suggerito o impartito dal comportamento e dalla condivisione di conoscenze dell'altro
  2. ciascun avvenimento casuale o che ci si è procacciati volontariamente o in modo imprevisto in grado di coinvolgere, esteriormente e interiormente, in positivo o in negativo e secondo gradazioni molto varie e cangianti di interesse e partecipazione, una o più persone
  3. (diritto) (economia) alto livello di padronanza tecnica, di acume e di lungimiranza in una particolare attività o settore acquistato con il tempo, la pazienza e l'assiduità
sillabazione
e | spe | rièn | za
pronuncia

(IPA): /espe'rjɛntsa/

etimologia

dal latino experientia, deverbale di experiri (vedi experior) esperire,ossia "provare su di sé, sperimentare"

sinonimi contrari parole derivate
  • esperienziale
termini correlati traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.024
Dizionario italiano offline