esponente
sostantivo

esponente m sing (pl: esponenti)

  1. definizione mancante; se vuoi, aggiungila tu
    • Parmenide fu il principale esponente della Scuola di Elea
  2. (politica) (diritto) (economia) qualunque membro di un'organizzazione (e in particolare di un partito politico) o di un qualunque gruppo di persone che funga da portavoce dell'organizzazione stessa, appunto esponendo quello che è il suo pensiero o posizione su un dato argomento
  3. (matematica) nella notazione grafica di una potenza, il numero che indica l'entità dell'elevamento a potenza (ovvero la quantità di volte in cui il numero di partenza -la base- va moltiplicato per se stesso); viene generalmente rappresentato come un piccolo apice scritto a destra della base
    • nella potenza 2^9, il 2 rappresenta la base e il 9 l'esponente

verbo

esponente sing (pl: esponenti)

  1. participio presente di esporre
sillabazione
e | spo | nèn | te
pronuncia

(IPA): /espoˈnɛnte/

etimologia

deriva dal verbo esporre

sinonimi parole derivate
traduzione

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline