gay
aggettivo

gay m e f inv

  1. (forestierismo), (sessualità) (sociologia) (psicologia) detto di persona di orientamento sessuale omosessuale
  2. (arte) che tratta tematiche a sfondo omosessuale
  3. che riguarda l'omosessualità, ovvero l'amore fra persone dello stesso sesso; che concerne le persone omosessuali, i loro diritti o la loro cultura
  4. (per estensione) di maschio omosessuale

sostantivo

gay inv

  1. (forestierismo), (sessualità) (sociologia) (psicologia) detto di persona omosessuale
  2. (per estensione) maschio omosessuale
pronuncia

(IPA): /gəj/

etimologia

prestito linguistico diretto dall'inglese gay#Inglese|gay (nel senso appunto di omosessuale), termine a sua volta derivato dal provenzale gai, letteralmente "gaio", dal latino gaius, termine di correlazione con la terra (gaia). Nell'antichità medievale il termine era usato come sinonimo di jolly, "giullare" di corte, quindi con il senso di "buffone". Entro l'Ottocento e fino al primo Novecento, prima che con il movimento omosessuale assumesse il senso odierno, il termine stava ad indicare un comportamento dissoluto e disinibito: una "donna gay" era una prostituta e un "uomo gay" era un dongiovanni. In italiano viene solitamente considerato un termine con connotazione positiva o comunque non negativa, e pertanto spesso preferito a "omosessuale".

sinonimi contrari


Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.021
Dizionario italiano offline