ghermire
verbo

coniugazione

  1. abbrancare tenendo stretto tra gli artigli, adunghiare con infallibile fulmineità predatoria
    • E certo m'ebbe / già per nemica un tempo, or m'ha per scherzo. / Ma scherzo fie d'aspro leon, che tiene / fra gli artigli cervietta; / ch'or la constringe al fianco, or la rallenta, / e la volge e rivolge, or due o tre passi / sciolta la lascia, e quinci a lei s'avventa / e ratto la ghermisce; al fin la squarcia / e di sangue empie le voraci canne. (Federico Della Valle, La Reina di Scotia)
  2. (per estensione) afferrare qualcuno o qualcosa con veloce, energica saldezza
    • Andò alle strette l'uno e l'altro, e presto / il re pagano Orlando ebbe ghermito: / lo strigne al petto; e crede far le prove / che sopra Anteo fe' già il figliol di Giove (Ludovico Ariosto, Orlando Furioso, Capitolo 23)
  3. (senso figurato) con l'argomento agente rappresentato da un oggetto astratto, impadronirsi di qualcuno avvinghiandolo
    • «"Ma col passo suo felpato
      "la vecchiaia mi ha ghermito,
      "per sotterra m'ha avviato,
      "come mai non fossi nato."
      (Getta fuori della fossa un teschio)» (William Shakespeare, Amleto, Atto V Scena I; traduzione di Goffredo Raponi)
sillabazione
gher | mì | re
pronuncia

(IPA): /ger'mire/

etimologia

italiano antico gremire, da una voce di origine longobarda col significato di "prendere", ricostruita in *krimmjan

sinonimi
traduzione
  • inglese: to clutch, to seize (in one's talons)

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline