insensato
aggettivo

insensato m sing

singolareplurale
maschileinsensatoinsensati
femminileinsensatainsensate

  1. (detto di discorsi, ragionamenti etc.) privo di senso o di significato
  2. (detto di atti o azioni) che comporta eccessivi rischi rispetto ai potenziali benefici, e pertanto non giustificabile su base razionale; che è pericoloso e irragionevole
    • guidare a fari spenti di notte è un atto insensato
  3. (detto di persona, spesso in forma sostantivale) che si comporta in modo irrazionale, compiendo atti pericolosi per sé stesso e per gli altri senza giustificazione logica
    • quell'individuo insensato ama gli sport estremi
  4. (per estensione) apertamente contro le normali regole di comportamento oppure, nelle relazioni sociali, qualcosa detto o fatto in modo provocatorio per sollecitare una reazione simile
sillabazione
in | sen | sà | to
pronuncia

(IPA): /insenˈsato/

etimologia

dal latino tardo insensatus, formato da in- e sensatus cioè "sensato"

sinonimi contrari parole derivate
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline