ipocrisia
sostantivo

ipocrisia f (pl: ipocrisie)

  1. (psicologia) atteggiamento caratteristico di chi volontariamente pretende di avere ideali, emozioni e sentimenti che di fatto non ha, col fine di ottenere favori, di trarre in inganno o di stare lontano da chi non va d'accordo
  2. utilizzare pretesti assumendo caratteristiche non proprie, assumere uno o più comportamenti non propri illudendo in modo tale per cui si supponga che siano veri e/o sinceri; minimizzare il valore altrui, sottovalutando in modo ingiusto, tentando altresì di apparire sinceri e/o cordiali ma invano
  3. (per estensione) atto da ipocrita
    • ''è una relazione caratterizzata dalle loro reciproche ipocrisie
  4. fingere preoccupazione approfittando dell'altrui parte indifesa per trarne ingiustificata e crudele derisione, fingere amicizia invero "opprimendo", anche con violenza; tentativo nascosto escogitato per offendere, cercando di far soffrire, fingendosi benigni per poi invece infierire ulteriormente
sillabazione
i | po | cri | sì | a
pronuncia

(IPA): /ipokri'zia/

etimologia

dal greco ὑποκρισίη cioè "simulazione"; derivazione di ipocrita

sinonimi contrari termini correlati proverbi e modi di dire
  • L'ipocrisia è il manto della scelleratezza.

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline