lasciare
verbo

coniugazione

  1. andarsene da un luogo
    • ieri Carlo ha lasciato la città
  2. (per estensione) chiudere un rapporto sentimentale o di amicizia, anche per causa di forza maggiore
    • Sara ha lasciato Marco
    • non vi lascio, non andrò via per sempre
  3. accompagnato da un complemento di vantaggio, mettere qualcosa in un posto per qualcuno
    • ti ha lasciato un biglietto
  4. (per estensione) accompagnato da un complemento di vantaggio, dare in eredità
    • la nonna ci ha lasciato una casa a Parigi
  5. accompagnato da un infinito, permettere
    • non gli ha lasciato salutare sua moglie
  6. accompagnato da una subordinata oggettiva, permettere
    • non ha lasciato che salutasse sua moglie
sillabazione
la | scià | re
pronuncia

(IPA): /la'ʃʃaːre/

etimologia

dal latino volgare *lassicare, dala latino classico laxo, ovvero "allentare" o "sciogliere", a sua volta derivato da laxus ossia "largo", "allentato"

sinonimi contrari parole derivate proverbi e modi di dire
  • lasciar perdere: non insistere; solitamente evitando di continuare ad intervenire utilmente, a fare richieste e/o domande

traduzione

traduzione

traduzione

traduzione

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.033
Dizionario italiano offline