lucciola
sostantivo

lucciola f sing (pl: lucciole)

  1. (zoologia) (entomologia) insetto notturno che nel periodo dell'accoppiamento, ossia fra la tarda primavera e l'inizio dell'estate, emette intermittenti segnali luminosi
  2. (per estensione) inserviente, solitamente donna, che nelle sale di spettacolo, soprattutto cinematografiche, indica il posto agli spettatori entrati durante la rappresentazione o in generale nei momenti in cui la sala è buia, servendosi di una lampadina tascabile
  3. (eufemismo) prostituta di strada
  4. particolare tipo di riflettore che irradia una luce ben distribuita e intensa
sillabazione
lùc | cio | la
pronuncia

(IPA): /'lutʧola/

etimologia

derivato dal latino lux, lucis, luce, per la caratteristica peculiare di questi insetti

sinonimi parole derivate
  • lucciolare
proverbi e modi di dire
  • dare ad intendere (oppure vendere, mostrare, far credere, prendere) lucciole per lanterne: confondere una cosa con un'altra
  • veder le lucciole: significato simile all'espressione "veder le stelle", in cui si esprime la condizione di dolore fisico intenso e improvviso

traduzione

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline