nobiltà
sostantivo

nobiltà f inv

  1. (storia) (sociologia) (politica) (diritto) condizione sociale di persone ritenute superiori alle altre, che soprattutto in passato e in determinati paesi, godevano di privilegi e distinzioni particolari, e spesso monopolizzavano la proprietà terriera e l’accesso alle principali cariche civili e militari dello stato
  2. (per estensione) (senso figurato) rampollo famigliare monarchico, nel presente e/o storico
  3. superiorità riconducibile a prestigio, elevatezza, eccellenza
  4. (senso figurato) collegato a sostantivi come animo o cuore assume il significato di bontà
    • Lo caratterizzava una nobiltà d'animo senza precedenti
sillabazione
no | bil | tà
pronuncia

(IPA): /nobil'ta/

etimologia

dal latino nobilĭtas, derivato da nobĭlis, "nobile"

sinonimi contrari proverbi e modi di dire
  • Quarti di nobiltà: nobiltà di ciascuno dei quattro nonni paterni e materni
  • nobiltà d'animo: di persona buona, altruista, sincera
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline