occhio
interiezione

occhio

  1. attenzione
    • occhio al tram

sostantivo

occhio m sing (pl: occhi)

  1. (biologia) (anatomia) (fisiologia) (medicina) organo sensoriale della vista composto da un bulbo oculare che fissa sulla retina gli stimoli luminosi e li trasmette ai centri nervosi mediante il nervo ottico
  2. (meteorologia) zona interna della perturbazione, dove le correnti d'aria sono localmente miti e si ha una temporanea tregua
    • occhio del ciclone
  3. (teatro) tipico riflettore da teatro che produce un fascio di luce circolare su un soggetto
    • occhio di bue
  4. (gastronomia) uovo al tegame
    • uovo all'occhio di bue
  5. (medicina) (per estensione) protesi oculare, non necessariamente fatta di vetro
    • occhio di vetro
sillabazione
òc | chio
pronuncia

(IPA): /ˈɔkkjo/

etimologia

dal latino ŏcŭlus

sinonimi parole derivate termini correlati proverbi e modi di dire
  • a perdita d'occhio : all'infinito
  • occhio non vede, cuore non duole : quando non si è consapevoli di un pericolo o di un problema, non se ne soffre
  • Se occhio non mira, cuor non sospira: idem come sopra
  • occhio per occhio , dente per dente : si dice quando uno sgarbo, un danno o un dispetto vengono restituiti in qualche forma a chi li ha procurati
  • occhio ! : esclamazione per dire : attenzione!
  • fare l'occhiolino : strizzare a qualcuno l'occhio in senso di intesa
  • chiudere un occhio : quando chi è preposto a un controllo tollera un difetto o un'infrazione
  • occhio di lince, occhio di falco : si dice di chi ha la vista molto acuta
  • avere mille occhi e mille orecchi : quando si hanno molte fonti di informazioni in un dato ambiente o contesto(sociale), e si può venire facilmente a conoscenza di ogni piccolo evento che vi ha luogo
  • darci un occhio (o dare un'occhiata) : fare un controllo, sorvegliare
  • essere nell' occhio del ciclone : trovarsi nel mezzo di una serie di eventi problematici, o a una raffica di critiche o polemiche
  • uccidere qualcuno sotto gli occhi di qualcun altro (un caro, un parente, un congiunto) : espressione drammatica, che viene usata prevalentemente con verbi di azioni violente (uccidere, assassinare, stuprare, ecc.); sottolinea come una persona ha subito un atto terribile in presenza di un suo caro, che poteva solo vedere senza reagire in alcun modo, e da ciò si origina un senso di tragica impotenza
  • leggere negli occhi : quando si coglie un intento, uno stato d'animo o un'emozione di una persona osservando i suoi occhi
  • occhio bovino : si attribuisce a creature o individui particolarmente stupidi o poco reattivi, al punto che osservando i loro occhi non si avrebbe la sensazione di intelligenza o acume
  • occhio vigile : si dice di qualcuno che sorveglia con particolare attenzione
  • a quattr'occhi : a tu per tu

traduzione

traduzione

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline