paradosso
sostantivo

paradosso m sing (pl: paradossi)

  1. (filosofia) enunciato che, pur essendo esatto, apparentemente sembra errato perché contrario al senso comune
    • il filosofo Zenone era famoso per i suoi paradossi
  2. (per estensione) condotta priva di logica
  3. (per estensione) concezione che, sebbene sembri contrariarsi per sé, invero in sé è chiara, priva di mancanze o inesattezze, quasi perfetta
    • in sé celate ma più o meno suggerite, un paradosso è tale quando possa disvelare più verità
  4. (rara) perplessità, qualcosa che pone dubbi
  5. (gergale) cosa sciocca oppure disgrazia non compresa
    • per qualcuno la vanità è un banale paradosso , eppure...
sillabazione
pa | ra | dòs | so
pronuncia

(IPA): /para'dɔsso/

etimologia

dal greco (paràdoxos) παράδοξος, composto di (parà) παρα- nel significato di "contro" e (dòxa) δόξα ossia "opinione"; significa quindi "verità che è in contrasto con il senso comune"

sinonimi contrari parole derivate
traduzione

traduzione

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.004
Dizionario italiano offline