poesia
sostantivo

poesia f sing (pl: poesie)

  1. (arte) (letteratura) (poesia) arte di trasmettere attraverso un componimento in versi una esperienza personale o universale, di esprimere emozioni, sentimenti, fatti, avvenimenti, pensieri e fantasie
  2. (poesia) componimento in versi, scritto secondo regole e convenzioni metriche, ritmiche, ecc. e il cui contenuto ha carattere lirico, o epico
  3. (poesia) componimento in versi
  4. produzione poetica di un'epoca, di un movimento o di un autore caratterizzata da una certa affinità stilistica e di gusto
    • la poesia rinascimentale
  5. ricchezza d'ispirazione, carattere poetico o suggestivo di un'opera o di una sua parte
    • la poesia di un dipinto
  6. (per estensione) carattere suggestivo, commovente o delicato di qualcosa
    • la poesia di un chiaro di Luna
  7. (senso figurato) capacità di provare sentimenti ed emozioni elevati
  8. (senso figurato) cosa immaginaria, irreale: illusione, fantasticheria, astrazione
    • e tu vorresti vivere in questa poesia?
sillabazione
po | e | sì | a
pronuncia

(IPA): /poe'zia/

etimologia

dal latino pŏēsis, derivato dal greco ποίησις, derivato a sua volta da ποιέω cioè " produrre, fare"

sinonimi contrari parole derivate traduzione
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline