portale
aggettivo

portale m e f sing (pl: portali)

  1. (biologia) (anatomia) (fisiologia) (medicina) che concerne la vena porta

sostantivo

portale m sing (pl: portali)

  1. (architettura) porta principale e maestosa di chiese o di case signorili, ornata disculture, bassorilievi e fregi
  2. (informatica) sito web che costituisce un punto di partenza, una porta di ingresso ad un gruppo consistente di risorse e criteri di navigazione di Internet o di una Intranet
  3. nella narrativa dei generi fantascienza e fantasy, dispositivo immaginario che funge da via di passaggio fra due siti fra loro distanti nello spazio e/o nel tempo
sillabazione
(espressione) pòr | ta | le
(sostantivo) por | tà | le
pronuncia

(IPA): /porˈtale/

etimologia
(porta alcune cose/persone) composizione della voce verbale "porta", imperativo presente, seconda persona singolare di "portare", e del pronome personale clitico "le", terza persona maschile plurale, in funzione di complemento oggetto
(porta a quella persona) composizione della voce verbale "porta", imperativo presente, seconda persona singolare di "portare", e del pronome personale clitico "le", terza persona femminile singolare, in funzione di complemento di termine
(sostantivo) derivato di porta
sinonimi
  • (di chiesa, palazzo) porta principale, portone
  • (informatica) sito
termini correlati
  • (espressione) portaci, portagli, portala, portali, portalo, portami, portane, portati
proverbi e modi di dire
  • A gran portale, si bussa sempre male : non sempre si apre la porta dei potenti

traduzione

traduzione

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.004
Dizionario italiano offline