radice
sostantivo

radice f sing (pl: radici)

  1. (botanica) parte della pianta che si trova sotto terra
    • ha sradicato la pianta strappandone le radici
  2. (linguistica) parte comune in parole con senso simile
    • la radice di pulizia e pulito è puli-
  3. (senso figurato) al plurale, ovvero radici, indica l'identità di un individuo o di un popolo
    • non posso e non devo negare le mie radici
  4. (senso figurato) (per estensione) quando riguarda il linguaggio o una lingua specifica, per esempio di un popolo e/o di un Paese, si riferisce all'origine ancestrale e non convenzionale delle parole e persino di alcune lettere
    • la radice medesima del linguaggio è la verità stessa del suo Stato
  5. (matematica) operazione inversa dell'elevamento a potenza
  6. radice quadrata: operazione inversa dell'elevamento a potenza, nel caso particolare in cui l'esponente della potenza è 2
    • la radice quadrata di 16 è 4
  7. radice cubica: radice di una potenza il cui esponente è 3
    • la radice cubica di 125 è 5
  8. (medicina) definizione mancante; se vuoi, aggiungila tu
  9. (raro) archetipo, principio
sillabazione
ra | dì | ce
pronuncia

(IPA): /raˈdiʧe/

etimologia

dal latino radix

sinonimi contrari parole derivate proverbi e modi di dire
  • andare alle radici
traduzione
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline