ridere
verbo

  1. manifestare allegria, gioia, divertimento attraverso movimenti del viso e suoni della voce non trattenibili ed improvvisi, a cui si accompagnano contrazioni muscolari, soprattutto addominali
sillabazione
rì | de | re
pronuncia

(IPA): /'ridere/

etimologia

dal latino ridere#Latino|ridere, infinito presente attivo di rideo

sinonimi contrari parole derivate termini correlati proverbi e modi di dire
  • far ridere i polli: probabilmente sorta per il verso degli stessi, è un'espressione offensiva, quindi un'ulteriore provocazione per uno stile di vita altrui criticato negativamente
  • il riso abbonda sulla bocca degli stolti: ridere troppo è segno di stoltezza
  • ridere a crepapelle: quando si ride tantissimo
  • ride bene chi ride ultimo: in un conflitto, una gara o in altre forme di contrapposizione, le vittorie temporanee di una delle parti non significano necessariamente che quella parte avrà ragione o otterrà la vittoria, pertanto è bene aspettare la fine per gioire
  • piangere dal ridere : cosa rara seppur vera, si riferisce per esempio ad una situazione paradossale in cui, veramente, non è evidente il confine tra quanto è appunto caricaturale e minaccioso e quanto è piacevole e condiviso
  • ridere di gusto: l'apice della risata, nel massimo sforzo per essa
  • scoppiare a ridere : intensamente ed in modo inaspettato, in gran parte dovendosi trattenere
  • ride sotto ai baffi: con un po' di malizia
  • spatasciarsi dal ridere : beh, senza riuscire a fermarsi malgrado la situazione sia delicata
  • ridere di qualcuno: deridere, burlarsi, offendere con superficialità appunto ridendo in modo sfacciato ed incontrollato
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline