scalcare
verbo
  1. privare della carne, cotta o cruda, con strumenti affilati (come nel caso del macellaio) o con i denti (se si è affamati o si gode di un robusto appetito), fino a raggiungere e ripulire l'osso; spolpare
  2. affettare le carni da servire durante un pasto, banchetto, ecc. in striscioline particolarmente sottili; trinciare
  3. (obsoleto) lo stesso che calcare (verbo)
sillabazione
scal | cà | re
pronuncia

(IPA): /ska'lare/

etimologia

vedi scalco, il servo preposto all'imbandigione delle carni finemente tagliate presso le corti medievali e rinascimentali, di cui il verbo scalcare è derivato




Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.005
Dizionario italiano offline