sfacelo
sostantivo

sfacelo m (pl: sfaceli)

  1. stato di disgregazione, decadimento o rottura progressiva di un'entità materiale(un organismo, un ecosistema, un edificio o un artefatto) o culturale (un'istituzione, una cultura, un movimento, un ideale)
  2. condizione in cui il corpo o la mente si deteriorano progressivamente, per invecchiamento o per malattia
  3. il processo con cui gli edifici vanno progressivamente in rovina o in ammaloramento, in modo sempre più vistoso e conclamato
  4. (medicina) (obsoleto) disfacimento progressivo, accompagnato da putrescenza ed essiccamento, dei tessuti del corpo
  5. (gergale) disordine non sanabile per evidente disorganizzazione
    • la politica di oggi in parte è un vero sfacelo
sillabazione
sfa | cè | lo
pronuncia

(IPA): /sfaˈʧɛlo/

etimologia

dal greco σϕάκελος cioè "cancrena"

sinonimi contrari termini correlati


Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline