vestibolo
sostantivo

vestibolo m sing

  1. (architettura) vano o passaggio posto tra la porta d'entrata e l'interno di un palazzo, sovente antistante le scale
  2. (architettura) spazio che dà adito ad altri ambienti
  3. (biologia) (anatomia) (fisiologia) (medicina) cavità anteposta ad altra di dimensione maggiore, come nel naso, nella bocca o in altri orifizi corporei; un esempio è la cavità situata nell'apparato uditivo, che utilizza l'endolinfa e cellule neurosensoriali allo stesso modo della coclea (per trasdurre energia meccanica), e invia al cervello informazioni riguardanti posizione, rotazione e accelerazione della testa e del corpo
  4. nella carrozza ferroviaria, vano cui si accede dalle porte di salita
  5. nella Divina Commedia, altro nome dell'Antinferno
sillabazione
ve | stì | bo | lo
pronuncia

(IPA): /ve'stibolo/

etimologia

dal latino vestibŭlum




Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline