sfiga
sostantivo

sfiga f sing (pl: sfighe)

  1. (popolare), (volgare) sfortuna
    • È caduto dalle scale e si è rotto la gamba. Che sfiga !
sillabazione
sfì | ga
pronuncia

(IPA): /ˈsfiga/

etimologia

Termine composto dall' s privativo e figa (vulva femminile). Deriva da sfigato ovvero privo di figa, detto di persona senza donne o ragazze e quindi per estensione, sfortunato.

sinonimi contrari proverbi e modi di dire
  • portare sfiga : a parte le superstizioni varie, è qualcuno con cui risultano ardue parecchie cose buone perché si perde forza e talvolta si rischia di "macchiare un poco il nome", con cui il tempo prima del successo sembra inevitabilmente dilungarsi pur non riuscendo ad esserne padrone; insomma giornate perse a non far niente ed ad ambire ciò che è per lui troppo lontano o come direbbe qualcuno: "tempo sprecato!"



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.020
Dizionario italiano offline