ammortare
verbo

coniugazione

  1. (obsoleto), (letterario) portare alla morte, causare la morte di
    • (amor) che guai porgendo ammorta (Guittone d'Arezzo, Rime, 242, 12)
  2. (per estensione), (obsoleto), (letterario) causare lo spegnimento, o la diminuzione d'intensità di (detto di fiamme, di emozioni violente etc.)
    • l presente rio, che sovra sé tutte fiammelle ammorta' (Dante Alighieri, Divina commedia, Inferno, XIV, 90)
    • (il ricordo del paese natio) non può nientedimeno ammortare con la sua dolcezza quello sdegno giustissimo (Giorgio Vasari, Le vite, Antonio Veneziano)
  3. (economia) estinguere un debito o portare in attivo una perdita, attraverso un pagamento graduale spalmato nel tempo
sillabazione
am | mor | tà | re
pronuncia
  • (IPA): /ammorˈtare/
etimologia

da morte; il senso di "estinguere un debito", che è l'unico tuttora in uso, è derivato per estensione dall'accezione di "spegnere"

sinonimi parole derivate
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.003
Dizionario italiano offline