ramo
sostantivo

ramo m sing (pl: rami)

  1. (botanica) ciascuna delle parti legnose dell'albero aventi origine dal fusto da cui, con progressive divisioni e assottigliamenti arrivano fino a quelli che portano foglie, fiori e frutti
    • Portò alla madre un ramo di vischio come regalo
  2. (senso figurato) qualsiasi cosa che si diparte da un corpo principale in varie direzioni
  3. (senso figurato) nell'albero genealogico una linea di discendenza da un unico capostipite
  4. (senso figurato) suddivisione di una scienza, disciplina o attività produttiva
  5. (matematica) insieme di punti di una curva piana che appartengono a un certo intorno di un punto
  6. (elettrotecnica) (tecnologia) (ingegneria) tratto di una rete elettrica compreso tra due nodi consecutivi
sillabazione
rà | mo
pronuncia

(IPA): /'ramo/

etimologia

dal latino ramus,( dal latino ramus) derivato dal greco radanos, flessibile

sinonimi parole derivate proverbi e modi di dire
  • avere un ramo di pazzia
  • ramo secco: persona, settore di attività o cosa improduttivi
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.029
Dizionario italiano offline