abnegazione
sostantivo

abnegazione f sing (pl: abnegazioni)

  1. rinuncia totale o parziale, consapevole, talvolta del proprio bene, interesse e/o ego- per gli altri e/o per motivi religiosi, politici, etici, ideali, morali
    • in guerra l'eroe ha dimostrato un grande spirito di abnegazione
    • agì con abnegazione per compiere il proprio dovere
  2. accettare il o sottomettersi al volere o alla volontà divina o di qualcuno e/o per fini religiosi
  3. (per estensione) auto-annullamento del proprio essere, solitamente per cause nefaste
  4. (senso figurato) (religione) condizione interiore cosciente dell'ascesi
  5. (per estensione) per esempio nel lavoro, prodigarsi con sollecitudine al di là della consapevolezza della quotidianità ripetitiva dell'abitudine di ogni giorno
  6. (raro) con accezione negativa è la frustrante sottomissione, in genere della donna nei riguardi del marito o compagno: annullarsi
    • a causa dell'abnegazione imposta, si stava annullando sempre più
sillabazione
ab | ne | ga | zió | ne
pronuncia

(IPA): /abnegatˈtsjone/

etimologia

dal latino abnegatio che deriva da abnegare, formato da ab cioè "da" e negare ossia "negare, ricusare"

sinonimi contrari
  • egoismo

traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.004
Dizionario italiano offline