vedere
sostantivo

vedere m inv

  1. azione del vedere

verbo

  1. distinguere con l'occhio ciò che ci circonda
  2. (senso figurato) intuire qualcosa
  3. (per estensione) valutare considerando anche le intenzioni altrui
  4. (raro) visionare o sottoporre qualcosa a supervisione, considerare qualcosa opportuno, a norma, confacente
sillabazione
ve | dé | re
pronuncia

(IPA): /ve'dere/

etimologia

dal latino videre (con la prima E lunga,indicata con un trattino al di sopra della stessa) a sua volta dalla radice indoeuropea weyd- che rileva nel greco εἶδον (eidon, "vedere"), sanscrito विन्दति (vindati, "sapere, osservare"), russo видеть (videt', "vedere"), tedesco wissen ("sapere"). Confronta romeno vedea, occitano véser, francese voir, catalano veure, spagnolo e portoghese ver

sinonimi contrari parole derivate termini correlati proverbi e modi di dire
  • vedere e non toccare è una cosa da imparare: educazione oppure, anche letteralmente soprattutto per i bambini, significa proprio prestare attenzione, per esempio in un negozio prima di comprare
  • non poter vedere qualcuno: antipatia
  • vedere le stelle: sentire un forte dolore
  • vediamo [un po']...: preannunciare probabili discussioni, anche litigiose, oppure tenere in considerazione una possibilità eventuale, spesso con intento propositivo
  • [vai via] e non farti più vedere : quando un rapporto termina bruscamente
  • vorrei anche vedere che non...: espressione-paradosso che indica appunto il desiderio che qualcosa avvenga o la volontà che debba assolutamente avvenire
  • vedremo...: con tono negativo esprime sentimento di vendetta; positivamente invece si avvicina ad una promessa per un regalo oppure manifesta la speranza per un successo, anche nel lavoro
traduzione
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline