qualità
sostantivo

qualità f inv

  1. (filosofia) (arte) caratteristica fisica o morale
  2. (economia) (tecnologia) grado di eccellenza di un oggetto
    • prodotto di qualità
  3. (scacchi) differenza di valore tra una torre e un alfiere o un cavallo
    • perdere, guadagnare la qualità
  4. una dote particolare o più secondo la natura intrinseca e/o l'attitudine propria di qualcuno o qualcosa
  5. (matematica) (statistica) caratteristica propria di una variabile con un valore non numerico
  6. (senso figurato) l'insieme dei caratteri in seno a qualcuno o qualcosa, che verranno più o meno espressi pur se inizialmente potenziali
  7. (familiare) alto livello di professionalità di un ristorante, di un negozio, anche di società o aziende, ecc
    • Durante la riunione, con immenso ma deciso fervore, l'amministratore delegato quasi gridò: "Signori, l'elevatissima qualità che avete raggiunto fa sembrare non accettabili le cose nella norma!"
sillabazione
qua | li | tà
pronuncia

(IPA): /kwali'ta/

etimologia

dal latino qualitas, derivazione di qualis ossia "quale" dal greco ποιότης ovvero "qualità" e da ποῖος che significa "quale"

sinonimi contrari parole derivate
  • sottoqualità
termini correlati proverbi e modi di dire
  • in qualità di: nelle vesti di
traduzione
traduzione
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.002
Dizionario italiano offline