fare
sostantivo

fare m inv

  1. l'operare per realizzare qualcosa
    • il fare è più importante del dire

verbo

coniugazione 1°coniugazione

  1. realizzare o portare a termine qualcosa
    • ho fatto una casa con il Lego
  2. compiere un'azione
  3. accompagnato a un sostantivo, spesso sostituisce il verbo corrispondente
  4. atteggiarsi a, imitare
    • Ci fai?!
  5. fare il finto tonto: fingersi uno sprovveduto
  6. (gergale) si riferisce ad un furto
  7. (gergale) in romanesco significa ricevere un regalo importante
sillabazione
fà | re
pronuncia

(IPA): /ˈfaːre/

etimologia

contrazione dal latino facere

sinonimi contrari parole derivate proverbi e modi di dire
  • far fuori: ammazzare
  • fare a botte
  • pensa di fare tutto quello che vuole
  • cosa deve fare ?/cosa può fare ?: domanda retorica che vuole sottolineare l'impossibilità di alternative ad una situazione apparentemente appunto senza soluzione d'immmediata fattibilità
  • non farcela più: è un momento che vivono in molti come estraneo alla propria esistenza, quando con distacco si dubita che il successo sia lontano e quanto già raggiunto sia caduco; è però un modo per rafforzarsi e seguitare ancora con tenacia, proprio come la forza nel dirlo manifesta la volontà di uno o più cambiamenti positivi ed ancora più soddisfacenti per continuare al meglio la propria vita
  • non hanno/non avete proprio altro da fare , eh...: quando sono troppi gli scherzi, è troppa l'insistenza oppure sono esagerati i dubbi a cui conseguono continue chiacchiere inutili, gesti senza senso, ecc
traduzione
traduzione



Questo testo è estratto dal Wikizionario ed è disponibile secondo la licenza CC BY-SA 3.0 | Terms and conditions | Privacy policy 0.030
Dizionario italiano offline